SEE RED WOMEN´S WORKSHOP · Feminist Posters 1974-1990
SEE RED WOMEN´S WORKSHOP · Feminist Posters 1974-1990
SEE RED WOMEN´S WORKSHOP · Feminist Posters 1974-1990
SEE RED WOMEN´S WORKSHOP · Feminist Posters 1974-1990
SEE RED WOMEN´S WORKSHOP · Feminist Posters 1974-1990
SEE RED WOMEN´S WORKSHOP · Feminist Posters 1974-1990
SEE RED WOMEN´S WORKSHOP · Feminist Posters 1974-1990
SEE RED WOMEN´S WORKSHOP · Feminist Posters 1974-1990
SEE RED WOMEN´S WORKSHOP · Feminist Posters 1974-1990
SEE RED WOMEN´S WORKSHOP · Feminist Posters 1974-1990
SEE RED WOMEN´S WORKSHOP · Feminist Posters 1974-1990
SEE RED WOMEN´S WORKSHOP · Feminist Posters 1974-1990

SEE RED WOMEN´S WORKSHOP · Feminist Posters 1974-1990

Prezzo di listino €25,00
Prezzo unitario  per 
Imposte incluse. Spese di spedizione calcolate al momento del pagamento.

Gli anni '70 nel Regno Unito furono anni di lotte politiche e sociali di strada. Fu anche teatro della nascita di una nuova corrente femminista e socialista che cercava l'espansione del femminismo attraverso la solidarietà di genere, classe e razza, ma evitando il paradigma della sinistra tradizionale. In questo momento è apparsa una pubblicazione autofinanziata all'interno del Movimento di liberazione delle donne (WLM) chiamata Red Rag.

Fondato nel 1972, viene pubblicato due volte l'anno con una tiratura di 4.000 copie. È stato distribuito alle riunioni del Movimento, ai sindacati interni e alle conferenze. Tutti i contributi scritti sono stati valutati e discussi nel collettivo e nessuno di loro proveniva da uomini. Dalla rivista si invocava lo sciopero, la creazione di sindacati degli addetti alle pulizie e delle badanti, i diritti e gli aiuti alla maternità, il diritto all'aborto, una campagna contro la violenza di genere.

Una pubblicità pubblicata su Red Rag nel 1972 invitava le donne del mondo dell'arte e del design a sfidare l'immagine di “donna” diffusa dai media e dalla pubblicità. In questo invito irriverente è nata le mani di tre studentesse di Belle Arti che, ispirate dalle potenzialità rivoluzionarie dell'iniziativa, fondano nel 1973 il collettivo non misto Vedi Laboratorio delle Donne Rosse. Il desiderio iniziale era quello di creare un gruppo di lotta attraverso la comunicazione visiva contro il sessismo, la violenza domestica e la disuguaglianza di genere. Allo stesso tempo, hanno chiesto un modello alternativo di femminilità, soprattutto come soggetto combattivo nel proprio contesto sociale.

Il gruppo è diventato un progetto collettivo di controcultura femminista underground sotto forma di laboratorio di serigrafia. Grafici, fumettisti, illustratori, fotografi e artisti visivi, attraverso poster, illustrazioni, cartoline e calendari, ha affrontato temi femministi sulla sessualità, l'identità e l'oppressione di genere.

Simili alla rivista che li ha ispirati, sono stati finanziati attraverso la vendita delle loro produzioni e dalle donazioni della comunità. Mirabilmente, il collettivo è rimasto attivo per 17 anni e fino a 45 donne di diversa estrazione ne hanno fatto parte, evitando di cadere nel cliché di un movimento guidato da donne bianche di discendenza europea. Tutte le creative, che hanno lavorato su base volontaria, erano allo stesso tempo madri, insegnanti, badanti e molte delle loro creazioni sono state direttamente ispirate dalle loro esperienze personali.

Questo libro è stato realizzato dagli ex membri del collettivo, recuperandone la memoria e presentando gli obiettivi politici ed estetici dell'iniziativa alle nuove generazioni di graphic design.

Lingua: Inglese
Pagine: 184
Rilegatura: Copertina morbida
Dimensioni: 21,97 x 1,52 x 31,12 cm